Nella puntata precedente ti ho promesso di svelarti alcune delle domande che potrebbero mettere in difficoltà la persona che sta dall'altra parte della scrivania, in una scuola di formazione.

Bene, senza troppi giri di parole, ti racconto come funziona.

Ricorda solo una cosa davvero importante, usa il tuo cervello…

Che cosa intendo?

Intendo che devi sapere esattamente perchè stai andando a fare quel corso e quali risultati vuoi raggiungere.

Ti faccio un esempio pratico, di una mia esperienza e di come ho messo in difficoltà una scuola di formazione anni fa.

Potrei scriverci un libro…

Mentre lavoravo in agenzia, dopo anni che non toccavo più il 3D, ho sentito l'esigenza di fare un corso di effetti speciali in 3D. Volevo imparare VELOCEMENTE a realizzare determinati effetti e SAPEVO ESATTAMENTE quali fossero.

Lavoravo dalla mattina alla sera e, francamente, lo ammetto, non avevo voglio di cercarmi le informazioni da solo online e sprecare tempo nel andare da una risorsa mediocre all'altra perdendo tempo.

Si perchè il problema della formazione gratuita on-line, è proprio il fatto che ci si imbatte in tutorial e corsi fatti a casaccio, che invece di insegnarti davvero, ti fanno perdere tempo. 

Trovare risorse davvero valide è un'impresa non per niente facile.

Ho individuato una scuola a Roma che pubblicizzava esattamente il corso di Maya che cercavo.

E guarda che culo…organizzavano un open day dimostrativo.

Ho deciso di dare una seconda chance alla formazione tradizionale e mi sono detto:"So che il corso costerà un botto ma se mi insegna realmente quello che voglio, sono disposto a pagare".

Mi sono preso una mezza giornata dal lavoro e sono andato all'open day.

Per chi non l'ha capito, mi sono giocato una mezza giornata di vacanza.

Non ho solo quindi speso dei soldi per i mezzi pubblici per andare al corso, ma ho anche "speso" uno dei miei permessi da lavoro…

L'aspettativa era davvero alta…

Per fartela breve, al corso, dopo una introduzione mediocre (per me), il docente inizia a spiegare i vari moduli di Maya ma io, che già la conoscevo, non vedevo ancora le tecniche avanzate, descritte nella pubblicità.

Finalmente arriviamo al modulo degli effetti speciali di Maya e il docente mostra come fare il fuoco.

Dopo lo stupore generale della classe (che comprendo perchè in effetti, è tutto davvero fico, tranne che per me, che già conosco i limiti di quei metodi)…

Alzo la mano e chiedo:"E se volessi fare una fiamma che avvolge un braccio di un pugile, mentre sta dando un pugno?"

Il docente mi guarda come se avesse visto un fantasma.

Tra l'imbarazzato e il congelato, mi dice, giustamente, che quel tipo di cose si insegnano nei corsi avanzati e che avrei dovuto parlare con la segreteria.

Bene, ci sto, è corretto. 

Annuisco e con uno scambio di sguardi con il docente, ci capiamo al volo, che non mi puoi vendere frottole.

Dopo la dimostrazione, vado in segreteria…

Spiego le mie esigenze e la persona davanti a me mi rassicura che mi possono insegnare quello che desidero in un corso avanzato di effetti speciali.

Al che fermo la persona con cui parlo e le dico:"Guardi, ho un una pennetta usb con alcuni esempi di quello che vorrei imparare in questo corso. Per chiarirci, mi aspetto che alla fine di questo corso, io sia in grado di fare questo…chiaramente dietro un mio impegno concreto e costante…"

La resposnabile davanti a me guarda il suo collega e ingoia…

"Si…certo, mi dia la chiavetta"…

Le passo la chiavetta.

Apre le immagini di esempio…

🔥 Secondo te che cosa è successo?

Non le ho dato nemmeno tempo di dire qualcosa e le ho detto:"Quindi alla fine del corso potrò fare queste cose qui giusto?"

"Aspetti che chiamo il nostro docente…"

Quindi siamo passati da:"Si certo ovvio…" a "Aspetti che devo verificare". 

Te ne rendi conto? 

Una persona diversa, al posto mio, avrebbe gia firmato e si sarebbe già iscritta…

Ma andiamo avanti.

Arriva il docente, vede le immagini, guarda me e dice:"No, queste cose non le possiamo fare in una classe, sono troppo avanzate, dobbiamo fare un corso individuale".

Finalmente una risposta sensata!

"Ok, quanto costa e quando possiamo iniziare?" – Chiedo io.

Dopo avermi sparato un prezzo assurdo e avendomi dato un numero di ore minimo, che mi chiedo ancora oggi, come abbiamno fatto a calcolarlo… (alla ca**o di cane), ho accettato e siamo rimasti che mi avrebbero richiamato per dirmi gli orari e i giorni di frequenza.

Passa una settimana…

Passano 10 giorni…

Li chiamo io. Mi dicono che mi richiamano.

Passano 14 giorni.

Li richiamo io.

Il docente non è in aula e mi richiamano.

Ovviamente non sono stato mai più richiamato e nemmeno io, li ho chiamati.

Morale della cosa è che non potevano insegnarmi quello che desideravo, nonstante le loro promesse iniziali.

Semplicemente, approfonendo e spiegando le mie esigenze nel modo più chiaro possibile e pretendendo dei risultati, ho messo la scuola con le spalle al muro.

Non erano in grado di insegnarmi. 

Non c'è nulla di male in questo, assolutamente no.

La cosa sbagliata è che le persone che chiedono come me, sono davvero poche, quasi nessuna.

Le persone si iscrivono ai corsi senza sapere in realtà cosa stanno per apprendere e senza sapere cosa vogliono dal corso per davvero.

Ora che insegno anche io, quando tengo i corsi individuali one to one, la prima domanda che pongo ai miei allievi in fase di colloquio è:"Cosa vuoi imparare concretamente?" e "Mandami degli esempi di quello che fai ora e dove vuoi arrivare".

Voglio poter garantire e dico, GARANTIRE ai miei allievi, di investire i loro soldi e il loro tempo in risultati concreti e tangibili.

Voglio che quando esce da un corso con me, tu sia in grado di fare quello che desideri fare.

Ti devo mettere sulla giusta strada e farti decollare.

Questa è la mia massima priorità.

Altrimenti, preferisco andare in spiaggia e prendere il sole.

Cosa che dovrebbero fare molti gestori di scuole di formazione e improvvisati esperti.

Farebbero meglio ad andare a vendere il Cocco bello e farebbero meno danni, di quelli che stanno facendo proprio in questo istante.

Per imparare nel modo giusto, bisogna, come prima cosa, sapere dove si vuole arrivare.

Affidarsi a delle persone esperte che ti possano guidare, orientare e magari da cui imparare.

Uno dei motivi per cui ho fondato il CreativeProShow e poi, la straordinaria community di creativi Overdose, è per dare la possibilità a tutti gli appassionati creativi, che vogliono imparare davvero, in modo serio, senza perdere tempo, di far parte di una cerchia di persone di qualità, pronte a condividere quello che sanno, senza risparmiarsi.

Senza perdere tempo.

🔥 Cerchia di persone e professionisti di qualità.

Una cerchia di qualità garantita, fatta da persone serie e appassionate. Che siano professionsiti super affermati che lavorano per la Warner Bros o per Nike o appassionati puri e semplici, Overdose è la risposta che ho creato, a tutta la fuffa che si trova in giro e ti dico la verità…

Sta funzionando. 

Quello che devi sapere è che puoi formarti, anche gratuitamente, con l'aiuto di internet e delle giuste risorse.

La cosa più complessa è distinguere le risorse di qualità da quelle mediocri o distruttive, che possono fare più danni che benefici.

Se hai domande sulla formazione, vuoi imparare nel modo corretto e decollare, cosi come meriti, sentiti libero di contattarmi su Facebook o di far parte della community Overdose, che sta cambiano realmente, il modo in cui puoi formarti oggi.

Un abbraccio e alla prossima!
Martin

Add comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *