Dopo oltre 18 anni di esperienza nel settore creativo, posso affermare con certezza che la qualità del monitor che usi, è essenziale per il tuo lavoro.

Lo so, non ho inventato l’acqua calda ma…sono più che certo che anche tu che leggi, hai risparmiato sui monitor e probabilmente, almeno agli inizi, non li hai scelti in base ai parametri giusti.

Quali sono i parametri giusti per scegliere un monitor?

La risposta breve è che dipende da che tipo di monitor ti serve. Sei un fotografo e ritocchi le foto? Sei un Graphic Designer e fai solo grafica? Fai montaggio video? Ti serve uno schermo da gaming?

Le variabili sono infinite e ci sono sicuramente risorse più tecniche di questa per guidarti.

Quello che voglio fare io, è consigliarti tre monitor, casualmente nello stesso brand, per darti una mano, a scegliere il giusto modello per te. Quello che però devi sapere a prescindere da tutte le varie specifiche tecniche, è che ti serve una copertura di spazio colore 100% sRgb e/o Adobe Rgb.

La certezza di vedere i colori giusti, insieme alla calibrazione, è essenziale, al di là della risoluzione e altre specifiche, più o meno importanti, per il singolo.

Ti occupi di fotoritocco?

Se ti occupi di fotoritocco e vuoi alzare l’asticella di qualità, devi vedere con i tuoi occhi il profilo colore Adobe Rgb contro il tradizionale sRgb, al quale sei sicuramente abituato. Lavorare in Adobe Rgb è una gioia per gli occhi e un dolore micidiale se devi pubblicare quelle immagini sul web.

La brillantezza dell’Adobe Rgb è un pianeta di allegria e divertimento per gli occhi. Poter decidere se lavorare in Adobe Rgb o sRgb, a seconda delle esigenze, è fondamentale per un ottimale flusso di lavoro di un retoucher professionista e non.

I colori devono essere quelli giusti, che tu sia un professionista o un amatore. Se ti viene chiesto di lavorare in Adobe Rgb, lo devi poter fare. Se devi lavorare in sRgb, lo devi poter fare, senza alcuna esitazione.

Dopo aver provato in questi anni monitor di marchi differenti, al momento mi sono fermato sul modello BenQ SW2700PT, un meraviglioso 27 pollici della BenQ, che appena lo accendi, fa gridare ai tuoi occhi:”ooooooooh che gioia!”.

Il sistema di rilassamento occhi integrato chiamato Eye Care funziona davvero. La sua risoluzione 2k è semplicemente perfetta per ogni utilizzo. Design spettacolare, materiali di costruzione eccellenti e un colore meraviglioso, fanno di questo monitor, il mio favorito in assoluto, per quanto riguarda il rapporto qualità/prezzo.

L’SW2700PT è il mio monitor principale per il 100% dei lavori che faccio, per i clienti di ogni fascia di mercato, che siano produzioni destinate al web o alla stampa, non ho mai avuto alcun problema.

Ti occupi di graphic design?

Il monitor ideale per i grafici, è un monitor professionale che abbia uno spazio colore 100% sRgb. Non ti serve lo spazio colore Adobe Rgb e semplicemente sapere questo dettaglio, ti fa risparmiare anche il 50% dei soldi, rispetto allo stesso modello ma con l’Adobe Rgb integrato.

Ho avuto modo di testare 2 monitor in particolare. Parliamo di un 25 pollici e un 32 e mi sono trovato benissimo con entrambi. In genere chi inizia tende a voler risparmiare e in questo caso, ti posso consigliare uno dei migliori monitor professionali, ad un prezzo decisamente accettabile: parlo del BenQ Pd2500Q, semplicemente fantastico.

Tutti coloro a cui l’ho consigliato si sono trovati benissimo e lo usano con enorme soddisfazione. Se stai cercando un monitor di qualità, per la grafica e hai un budget intorno ai 250 euro, senza ombra di dubbio, ti direi di prendere questo, a occhi chiusi.

Se il tuo budget è più alto e desideri un 32 pollici e vuoi il 4K, beh, la scelta va sul meraviglioso BenQ PD3200U che è davvero una bomba con copertura 100% sRgb, Rec 709 e tanti altri profili sfiziosi, ideali per chiunque si occupi di grafica a 360°.

In questi giorni sto testando proprio questo bestione da 32 e se vuoi vedere come lo apro, ecco il video:

Come vedi, ho sul tavolo sia il 27 per il fotoritocco, che il 32 che ho in test in questi giorni. Uso sia i sistemi Apple che Windows, motivo per cui, pur non essendo un esperto di hardware, credo di poterti dare dei consigli sinceri, basati su esperienza reale e concreta della vita di tutti i giorni.

Perchè ti consiglio i monitor BenQ?

Qualche anno fa sono entrato in contatto con BenQ che mi ha proposto di provare i loro monitor. All’epoca usavo un marchio diverso e non mi dispiaceva l’idea di trovare una nuova soluzione.

Dal momento in cui ho acceso il primo monitor che mi hanno inviato, è stato amore a prima vista. Ho tolto all’istante dalla scrivania il monitor precedente e mi sono innamorato letteralmente della qualità offerta da BenQ.

Oggi collaboro attivamente con il marchio BenQ e sono entrato a far parte dei loro brand Ambassadors. Credo nella qualità dei loro prodotti e li consiglio in modo onesto, mettendoci la faccia; non vengo pagato per farlo.

Tutti coloro a cui ho consigliato questi monitor, nessuno escluso, si sono trovati benissimo e mi ringraziano ancora oggi. Se cerchi un monitor per il fotoritocco o la grafica, in questo articolo (scritto nel 2018), trovi la soluzione giusta.

Se hai bisogno di chiarimenti o vuoi un consiglio prima di decidere, contattami pure su Facebook, e risponderò alle tue domande.