Se stai leggendo questo articolo vuol dire che hai deciso di rimboccarti le maniche e stai cercando nuove opportunità.

Bene, ti capisco alla perfezione. Ricordo ancora quel giorno in cui cercavo mesi e mesi un lavoro e mandavo il mio curriculum a destra e manca, come se non ci fosse un domani.
All’epoca non c’èra nessuno, e dico…nessuno, disposto a darti una mano o ad agevolarti la strada.

Non c’èra un Overdose che ti aiuta a spianare la strada e a creare nuove opportunità dentro la community.
L’unica alternativa era quella di cercare annunci di lavoro e sperare di essere chiamati.

Perfetto, ed ecco il punto. La speranza lasciala a chi si improvvisa.
Chiaro, un minimo di culo serve sempre ma cercha di limitare la casualità dall’equazione e impara a candidarti nel modo giusto e nel posto giusto, in modo da aumentare le tue possiblità in modo netto.

#1 Leggi bene l’annuncio e capiscilo

So che può sembrare ovvio quello che ho scritto ma fidati, non lo è per niente. La maggior parte delle persone si fotte da sola, già in questa fase.
Sai che quasi nessuno capisce davvero l’annuncio?

Il 90% delle persone leggono le prime righe, danno per scontato di aver capito e si candidano a raffica. In pratica, invece di ragionare e usare una strategia, di cui ti parlerò tra poco e di cui parlo spesso in Overdose, semplicemente mandano il Cv a raffica a tutti, senza alcun criterio…e si lamentano pure di non essere richiamati.

Immagina di dover a cena con la Regina Elisabetta, che fai?
Vai cosi a casaccio o ti documenti prima su come ci devi andare vestito, come devi parlare alla regina, come ci si comporta a tavola con la regina…giusto?

Mi pare il minimo…se no, saresti un folle totale.

Immagina che ti presenti alla porta dalla Regina con una bottiglia di vino:”Bella, sò amico da’ Regina”… Non passeresti probabilmente nemmeno la prima porta.

Se hai cervello, studi la situazione, capisci come ti devi comportare e ti informi sul perchè sei stato invitato a cena…

Quando ti devi proporre per un lavoro, devi analizzare l’annuncio, capire cosa stanno cercando e quale è il problema che cercando di risolvere. Quindi, devi diventare il Risolutore del problema e candidarti, come se tu fossi la soluzione al problema e che farebbero un enorme sbaglio nel non prenderi in considerazione.

In poche parole, fai capire a chi seleziona che hai letto l’annuncio, che hai capito il problema e sei pronto a risolverlo (e sai come risolverlo).

Che te ne pare? Un approccio meno casuale eh? Decisamente.

#2 Vai subito al punto e ricorda che non sei al militare

Ti chiami con il tuo nome e non con il tuo cognome. Per dio usa il tuo nome e dopo il tuo cognome. Non sei in un elenco alfabetico come al limitare. Non sei Rossi Mario. Sei Mario. E se proprio serve, Mario Rossi. Messo in chiaro questo, la seconda cosa più importate in assoluto è andare dritti al punto.

Non scrivere papiri di risposta alla candidatura. Scrivi due righe (letteralmente) di presentazione in cui fai capire quello che ti ho spiegato al punto uno di questo articolo.

Fai capire a chi legge che sei la persona giusta e faglielo capire in due righe. Non lo sai fare? Impara. Ne parliamo spesso in Overdose e al CreativeProShow. Puoi sempre seguire le mie Live in cui parlo anche di questi argomenti, essenziali!

#3 Niente WeTransfer nel tuo curriculum

Limita gli allegati. Non mettere nessun link estero che tanto rompe solo le balle e rischia di farti scartare. Non hai idea di quanti link corrotti ho visto e di quante pagine esterne hanno bloccato il mio computer nel tentativo di vedere i vari link esterni. Ti dico una cosa, quasi nessuno ci clicca, salvo che non sia un link su piattaforme affidabili come Behance o simile.

Ma davvero, niente link esterni a pdf, dropbox e roba varia…davvero pretendi che chi nemmeno ti conosce, si metta a scaricare il tuo file da 200 mega da DropBox?

File leggeri, veloci da aprire e sfogliare. Sii smart, giovane, cool.

Imparara a dire quello che devi dire in modo preciso e conciso, stai sicuro che se mi interessi, ti darò modo di raccontarmi tutto nei dettagli. Ma qui, devi convincermi in 5 secondi netti.

Tutto si gioca nell’Oggetto della mail, nel corpo della mail e nel come mi presenti il tuo CV.

#4 Ok, ma dove li mando sti Cv?

Questa è una domanda molto importante che ti devi fare. Ti faccio una domanda…

Sai con chi vuoi lavorare? Intendo, nello specifico, sai con chi vuoi lavorare?
Immagina che ti chieda:”Ti piacciono le moto? Che moto vorresti?”

E tu mi dici:”Una moto con due ruote…”

Beh, allora ti do uno scooter e va bene uguale giusto?

Se tu mi descrivi invece che ti piace il ruggito delle moto giapponesi, quel sibillio tipico di quei motori, una moto da corsa con la carena….beh, mi fai capire che hai sicuramente le idee molto pià chiare.

Quindi, con chi vuoi lavorare?

La tua risposta è che vuoi lavorare in un’agenzia (quindi ti becchi lo scooter) o sai esattamente in che agenzia vuoi lavorare e che ruolo ricoprire?

Ricorda che più sei specifico e più hai le idee chiare, più sarà facile cercare, ad esempio su Linkedin, l’annuncio di lavoro perfetto per te.
Guarda, per ora non ti spiego questa parte troppo nel dettaglio. Non avrebbe senso.

Sono strategie molto complesse e da cecchino che funzionano alla grande ma prima, devi sapere ESATTAMENTE con chi vuoi lavorare.
La domanda è facile ma la risposta è molto complessa…

Prenditi il tuo tempo per capire quale è la risposta, è la chiave di svolta, che tu ci creda o no.

Come dico sempre ai miei allievi, a cui insegno strategie di business per crescere in modo esponenziale:”Decidi tu, o gli altri decideranno per te!”.

Add comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

corso-adobe-xd-ui-design
Corso di Motion Graphics