Esistono molti esercizi o tecniche per sollecitare la creatività e oggi ve ne racconterò uno, che ritengo essere uno dei più semplici e facili da attuare in qualsiasi momento del giorno.

Prima di tutto bisogna capire che il nostro cervello è composto da diverse aree e due di queste sono l’emisfero destro e quello sinistro. Quello destro è responsabile in gran parte per tutto ciò che concerne l’attività creativa.

Di conseguenza bisogna stimolare l’emisfero destro.

Uno dei metodi più facili ed efficaci per stimolare l’emisfero dentro è quello di guardare le nuvole nel cielo fino a che non iniziamo a vedere delle forme di animali o altro.

Qualcuno ci mette di più, altri di meno.

Dipende tutto da quanto è “attivo” il nostro emisfero destro.

La buona notizia è che questo esercizio funge da vera e propria palestra dell’emisfero destro.

Più lo fate e più velocemente vedrete delle forme nelle nuvole e di conseguenza, attiverete prima la parte creativa di voi.

Fare questo esercizio regolarmente mantiene in allenamento la vostra creatività, stimola l’emisfero destro e vi permette di concedervi delle pause produttive.

Da domani, tutti a farsi i trip con le nuvole!

Ma come, finisce qui questo articolo?

Esatto…

Vorrei che appena finito di leggere queste righe, tu esca la fuori e faccia l’esercizio…

E se non ci sono le nuvole?

Un esercizio personale che mi capita di fare molto spesso, quando viaggio, è quello di osservare le persone intorno a me.

Guardo con attenzione le persone e le immagino trasformate in un’illustrazione.

Cerco di immaginare quindi la loro fisionomia trasformata in quella di un gnomo, una strega, un drago, una rana…

…in un personaggio qualsiasi…

L’idea è quella di stimolare la propria immaginazione…

Ma, se ci sono le nuvole, ti puoi sdraiare in spiaggia o al parco, e divertirti a farlo per più tempo, senza far pensare gli altri che sei un pazzo maniaco che li osserva.